Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ansaldo Cebà [1565 - 1623]

Della corona di Apollo [1610]
Parte seconda - Corona di pietà
VII

   Errando andrà questo mio cor fallace
da quella bella via ch’al ciel conduce,
fin che luce, Signor, non giunga a luce
e fiamma a fiamma il tuo splendor vivace.
   Troppo tepida, lasso, è quella face
ch’a te mi scalda, e quel celeste duce,
che co’ sospir talora a te m’adduce,
dal mio misero cor troppo è fugace.
   Anzi pur scaldi e guidi ogni momento
quest’alma ingrata, e dolcemente parti
seco tuttora il tuo soave vento.
   Ma mentre i’ son sì presto abbandonarti,
et agli’inviti tuoi torno sì lento,
perch’io dal tuo, tu dal mio sen ti parti?

14: si aggiunge il punto interrogativo a fine v.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it