Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Francesco Busenello [1598 - 1659]

I sonetti morali ed amorosi [1911]
I
L’orologio da polvere.

   Per misurar le polveri mortali,
che in carcere di guai chiude il destino,
altro non ci volea che vetri frali,
che a fredda sabbia alternano il camino.
   Vetro all’eccidio suo sempre vicino,
polve che ardisce di volar senz’ali
somiglia l’uom che stima esser divino,
mentr’egli è abisso e caos de’ propri mali.
   La polve de’ nostri avi in urna ascosa,
con mute voci a noi nipoti erranti,
recita una tragedia aspra e penosa.
   Le arene son compassi ai dì volanti,
proporzion ben giusta ed ingegnosa
gli atomi elesse a numerar gl’istanti.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it