Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Annibale Caro [1507 - 1566]

Rime [1757]
CIX
Il signor Mario Colonna, al Caro.

   Novelle rime, antico alto desio
di lodar voi, spiegare ardisce in carte.
Ma come puote umano ingegno od arte
render pronto destrier tardo e restio?
   Certo non son, ma veggio ben che ’l mio
stile non varrà sol minima parte
segnar degli onor vostri, ond’ogni parte
non pur suona il terren vostro natio.
   Ma, se ben tra l’umil negletta turba
scrittor ultimo ignoto, al vento spargo
le vostre lodi al mondo illustri e prime.
   CARO, se ’l vostro canto almo e sublime
per roco suon non s’interrompe e turba,
assai Febo mi fia benigno e largo.

5: so > son.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it