Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Annibale Caro [1507 - 1566]

Rime [1757]
LXXXV
M. Benedetto Varchi, al Caro.

   Voi, che per l’onde sì tranquille e liete,
coi venti ai bei desir tutti secondi,
gite cercando i più riposti fondi
di quel mare il cui porto è fuggir Lete,
   portar cantando al ciel, CARO, devete,
perché né state mai, né giel le sfrondi,
quelle sì verdi e sì fiorite frondi,
onde tant’ombre e sì bei frutti avete.
   E certo un così degno alto soggetto,
ch’è del nostro Parnaso il primo onore,
solo a voi celebrar sempre conviensi.
   Di me v’incresca, il qual gran tempo aspetto
o vivere o morire in tanto errore;
che dir non so qual più mi brami o pensi.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it