Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Annibale Caro [1507 - 1566]

Rime [1757]
LXII
Nel primo tomo dell’Atanasi, c. 8, del Caro.

   Mentre ch’alzarvi al ciel sì v’arde il core,
porge al desio Fortuna alto sostegno,
pur che miriate (vostro obbietto degno)
il vago Olimpo, or’oggi alberga Amore.
   Per quel poggiate, e quel sia il vostro ardore;
ché non fia a bei principi il fine indegno,
di fosche nubi trapassando il segno
con le vostre pregiate opre d’onore.
   Indi, posto al nemico il giogo e ’l freno,
sorgendo i Gigli con più grati odori,
del valor vostro al ciel faranno.
   E Parma tanto allargherà il suo seno
con nuovo impero, quanto i vostri fiori
da così bel terren più forza avranno.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it