Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Annibale Caro [1507 - 1566]

Rime [1757]
LIV

   Signor, lANGELO tuo, che da te venne
a far con laura de celesti Gigli
sereno il mondo, e sotto a suoi vermigli
vanni, mentre vi fu, gioioso il tenne,
   a te ritorna. E le sue sacre penne
provato han pur di Morte i fieri artigli?
O tuoi non comprensibili consigli.
Quanta in van di l su speranza dienne,
   quanta or ne toglie. E da qual altro messo
sudr la voce tua? Chi la tua vece
e di Pietro e di Pio fia che sostenga
   pi degnamente? Ahi, tanto a te permesso
, Morte iniqua, che s tosto spenga
un don che l ciel s raro e Dio ne fece?




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it