Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Annibale Caro [1507 - 1566]

Rime [1757]
LII

   E qual fu mai, da che si vide il Sole,
di te più vaga e più serena Aurora,
che nata a pena, e non vermiglia ancora,
di rose ornasti il mondo e di viole?
   E come anco n’avvien ciò che non suole
degli altri lumi? E fan giro e dimora
pur sopra terra; e tu non sei pur fuora,
che ’l tuo Titone indietro ti rivuole.
   Dunque ne l’apparir ci si nascose
la luce tua, di questo secol bruno?
splendor già tale e scorno a tante stelle?
   Invido occaso, ingordo ed importuno,
struggitor de le genti e de le cose,
com più vorace sei de le più belle.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it