Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Annibale Caro [1507 - 1566]

Rime [1757]
LI

   Già tra Venere e ’l sol pura e lucente
sorgea l’Aurora del mar d’Adria fuori,
e, sopite le stelle e desti i fiori,
di letizia e d’amore empiea la gente;
   quand’atra occidental nube repente
le si fe’ incontro, e di funesti orrori
sparse i suoi dolci mattutini albori,
sì ch’oscurossi e cadde in oriente.
   Da indi in qua spento con l’alba il giorno,
com’altra luce altronde non s’aspetti,
e si dissolva e pèra il mondo in tutto,
   così s’ode e si scorge d’ogn’intorno
stringer gli occhi a’ mortali, e i volti e i petti
dolor, pallor, pietà, tenebre e lutto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it