Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Annibale Caro [1507 - 1566]

Rime [1757]
XLIV

   Qui giace il MOLZA. A sì gran nome sorga
tutto ’l coro a ’nchinarsi di Parnaso.
In lui visse, in lui fece eterno occaso
il nostro Apollo; e ’n cui fia che risorga?
   E questo è ’l monte, ond’è ch’oggi si scorga
la gloria de le Muse; e questo è ’l vaso,
di cui sol trasse un più nobil Pegaso
e Giordano e Cefiso e Tebro e Sorga.
   Qui mille cigni e più d’una fenice
avran chiar’acque e sempiterni allori,
e qui vita ebbe Amor serena e lieta.
   Ditegli nel passar: loco felice;
e di versi e di lagrime e di fiori
onorate l’altissimo Poeta.

12: Diteli > Ditegli.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it