Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Annibale Caro [1507 - 1566]

Rime [1757]
XXXIX

   CARLO il Quinto fu questi. A sì gran nome
s’inchini ogni terrena potestate,
ogn’istoria ne scriva, ed ogni etate
sovra d’ogn’altro eroe l’onori e nòme.
   Come vincesse invitti regi, e come
varie genti e provincie e schiere armate,
e terre unqua non viste e non pensate,
e se medesmo e le sue voglie ha dome,
   il mondo il sa, che ne stupisce, e ’l sole,
che con invidia e meraviglia il vide
gir seco intorno a la terrestre mole;
   cui già corsa, or in ciel con Dio s’asside;
e lei d’alto mirando, e le sue fole:
— Per te (le dice) io sudai tanto? — e ride.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it