Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Annibale Caro [1507 - 1566]

Rime [1757]
XXXI

   Per dir non cresce e per tacer non cessa
né di voi, né di sol, cui tanto amate,
la doppia gloria, di che ’l mondo ornate,
a lui già fatta eterna, a voi promessa.
   Vostra lode ch’a voi non sia commessa,
né ricchezza vi dà, né povertate;
ché voi soli per voi sì v’onorate,
ch’uopo non è che ’n carte altri ne tessa.
   Ed io so ben quanto ’l mio dir v’annoi;
ma voi, principio e fin degli onor vostri,
scusate il ver, ch’a tanto ardir m’accese.
   O di cielo e di terra unita in duoi
alta e rara virtute; o sacri mostri,
il cor v’adori omai, se ’l dir v’offese.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it