Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Annibale Caro [1507 - 1566]

Rime [1757]
XVI

   In mortal donna, angelica bellezza,
amorosa onestate, onesto amore,
con severa pietà grato rigore,
ed in alta umiltate umile altezza;
   valor nuovo in antica gentilezza,
in silenzio un parlar, che scuopre il core,
di due terrene stelle un almo ardore,
e d’un puro vestir nuda vaghezza;
   rose, al sol non caduche, e neve dura,
d’avorio, di rubin, d’ebano e d’oro,
chiare e vive sembianze, e veri inganni;
   con mill’altre d’amore e di natura
glorie e stupori, in lei del poter loro,
son di mia libertà dolci tiranni.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it