Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Annibale Caro [1507 - 1566]

Rime [1757]
IV

   Miracoli d’amore, in due mi scissi
quand’un mi fei; di maggior luce aspersi
veggio occulti i begli occhi, ch’a vedersi
spargono i miei di tenebrose ecclissi.
   Odo un silenzio, a cui par non udissi
dolce armonia; coi passi a voi conversi
a me ritorno, e là ’v’io gli dispersi
tengo i miei sensi unitamente affissi.
   Fuor del mio, desiando altro ricetto
vo sempre, e mai non giungo; e, se travio,
non è bel sentier che non m’annoi.
   Or chi vide mai tante in un soggetto
contrarie maraviglie? Alato iddio,
quanto in virtù de la mia donna puoi!




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it