Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Alessandro Adimari [1580ca - 1649]

Da “La Calliope” [1641]
III

   O voi ch’in sen della città del fiore,
nel suol ch’ha suon di croce e di tormento,
volgete un otro ove è rinchiuso a stento
un fiato, che vi sembra aura d’onore:
   questo globo, entro informe e bel di fuore,
è del mondo il model vòto al contento;
seguiam tutti un pallon, ch’è pien di vento,
da cui si tragge sol polve e sudore.
   Ecco un avido il cerca, altri l’attende,
un lo spinge, un l’inalza, altri l’atterra,
poscia offeso è quei più che più lo prende.
   Oh giuoco orma del vero! Ognun fa guerra
con quest’orbe mortal; ma chi l’intende
li dà de’ calci, e via lo scaccia in terra.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it