Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Francesco Durante [? - XVII sec.]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]
17
Morte del conte Pompeo Torelli, tragediografo e lirico poeta.

   Mancava al ciel chi degnamente quella
lira toccasse che fermar poteo
dal suo giro Isione, allor che feo
Stige sì pia, ch’è di pietà rubella.
   Te, Pomponio, però tolse ei, perch’ella
tocca da te, fatto immortale Orfeo,
s’oda lassù, qual già Neste e Pangeo
l’udiva, e di tal suon goda ogni stella.
   A che dunque c’invita afflitta in manto
Euterpe, avvolta oggi d’oscuro velo,
qui le tue esequie ad onorar col pianto?
   Ahi, sol d’esser con te prenda noi zelo,
con te là dove al tuo divino canto
si fan più dolci l’armonie del cielo.

[Argomento]: Torrelli > Torelli.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it