Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Francesco Durante [? - XVII sec.]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]
3
Rosa donata.

   A te questa d’april rosa novella,
gemma de’ campi, o Filli, oggi appresento;
a quel tuo seno or tu fanne ornamento,
ch’anima chiude sì d’Amor rubella.
   Là negli orti sabei nodrissi, e félla
il sol ben tal con le rugiade e ’l vento,
ch’odor del suo non più soave sento,
né porpora di lei Tiro ha più bella.
   E benché perda co’ cinabri ond’hai
sparso per man de la natura il viso,
che quei de l’Alba ancor vincon d’assai,
   lieta pur vien, che l’è di farsi avviso,
posta degli occhi tuoi già sotto i rai,
immortal, come fior di paradiso.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it