Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte seconda
47
Nella morte d’un nobile fanciulletto.

   Quel felice bambin, che insieme vide
di sua vita mortal l’alba e la sera,
risorgendo per morte a vita vera,
fra le squadre degl’angioli s’asside.
   E se da’ dolci seni lo divide
de’ genitori acerba Morte e fera,
incontra fra’ beati in lunga schiera
avi e fratelli, onde s’allegra e ride.
   Ed in vece di latte ivi lo pasce
divina ambrosia; et ha di sole il manto,
e l’auree stelle a lui son culla e fasce.
   Si cangi dunque in riso il vostro pianto,
poiché morto a la terra, al ciel rinasce,
e da voi lunge, a Dio si trova a canto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it