Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte seconda
26
Nella venuta dell’imperatrice in Italia.

   Vien da la Mosa gelida e dal Reno,
ove il gran figlio suo fulmina e tuona,
questa novella dea, questa non meno
saggia di Palla e forte di Bellona.
   Renda più de l’usato il ciel sereno
il chiarissimo parto di Latona,
ricca pioggia di fiori orni il terreno,
si cangi in questi monti oggi Elicona.
   Ma che? pompe terrene e fasti e fregi
son fosche nubi, e non chiari splendori,
di questa ricca gemma ai merti egregi.
   A lei s’ergan gli altari, ardan gli odori,
ch’è madre, figlia, suora e sposa a’ regi;
e se così dir lece, ognun l’adori.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it