Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte seconda
23
Nell’erezzione dell’obelisco di Roma, oggi detto la Guglia di San Pietro*.

   Questa eccelsa piramide, che prima
pondo d’Auguste ceneri sofferse,
a cui crebbe d’intorno e la coperse
quasi la terra in parte ignota et ima,
   or che pensier celeste in lei sublima
il sacro segno che l’inferno aperse,
esce immenso spettacolo a diverse
genti, e presso a le stelle erge la cima.
   Cento anni e cento vergognando ascosa
giacque mole profana; or non più tale,
fa de l’altezza sua mostra pomposa.
   Sommo poter di SISTO il Quinto; e quale
non trarrà presto a fin difficil cosa,
chi dà ’l moto a gran pietra a’ monti eguale?

*Nota: erezzione, così l’argomento.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it