Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte seconda
15
Si riserva a scoprir alla sua donna il suo amore quando sarà vecchia.

   Quando la neve e l’ostro scolorito
sarà nel viso, ond’io mi discoloro,
e le perle il candore, e i bei crin l’oro,
e le labra il cinabro avran smarrito,
   fuor de l’usato e troppo tardo ardito,
a voi, dolce mio mal, che tanto onoro,
farò forse palese il mio martoro,
e l’ardor mio dolcissimo infinito.
   Vi dirò come, quando et in qual loco
i bei vostri occhi mi ferîro il core,
nel dolce tempo de la prima etade;
   né sarà picciol premio al mio gran foco,
se vederò che un dì vi tinga Amore
le crespe guancie di tarda pietade.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it