Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte seconda
10
Loda la bellezza della sua donna.

   Onde tolse l’avorio, onde i divini
membri l’alma Natura, e voi compose?
Da qual conca le perle preziose
de la bocca? e de’ labri onde i rubini?
   In quai del ciel pendici, in quai giardini
trovò le nevi e le vermiglie rose,
che con tempre superbe in voi ripose?
Ond’ebbe l’or, che vi fa biondi i crini?
   Di qual sol gli occhi? e di qual armonia
fe’ le parole? e di quai lampi il riso?
E voi, così formata, onde scendeste?
   Certo scesa così dal paradiso
sète tra noi, che in voi mi par che sia
quel ch’è mortal ancor più che celeste.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it