Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte seconda
8
Nova occasione amorosa le toglie la deliberazione di più non amare.

   Sciolta dal primo giogo si vivea
l’alma da’ lacci suoi scarca e sicura,
e di dorato stral nova puntura
risanato il mio cor più non temea;
   quando, in sembiante uman, celeste dea,
lasso, mi mosse nova guerra e dura;
né lo schermo giovò, ch’oltre misura
il caro lampo de’ begli occhi ardea.
   Quella man bella, onde tant’osi e puoi,
riaperse le piaghe, e più profonde
le fece lo splendor degli occhi suoi.
   A te simile, Amor, con le prim’onde
bagna a pena l’arene e i lidi poi
rompe turbato il mar con le seconde.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it