Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte seconda
5
Battaglia d’Amore con la sua donna.

   Spesso dagli occhi Amor la benda scinge,
e vagheggiando lei, ch’in terra adoro,
vede il vermiglio, ond’io mi discoloro,
de le labra, cui porpora dipinge,
   e ne prende vaghezza, onde si spinge,
temerario amator, volando a loro;
ma l’onestà, che guarda il bel tesoro,
folgora da’ begli occhi e lo respinge.
   Ma egli, scaltro amante, al bel soggiorno
sen va notturno in forma d’ape, e giostra
con la bocca gentil fin ch’esca il giorno.
   Quinci è che tumidetto a voi si mostra
su l’alba il labro bello, invidia e scorno
a le rose, onde l’alba il viso inostra.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it