Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte prima
89
Mostra il dolore universale per la morte dell’istesso signore.

   Le sue porte stellate il ciel diserra
e la grand’alma d’ALESSANDRO accoglie,
carca di quei trofei, di quelle spoglie
ch’acquistò fra’ nemici in giusta guerra.
   Ma, vestita d’orror, piange la terra,
a cui tant’ornamento il ciel ritoglie;
e mesta Europa si distempra in doglie
sopra la tomba che ’l gran corpo serra,
   e frange il crin, qual forsennata, e grida:
Chi difende con l’armi e coi consigli
i giusti regni miei da gente infida?
   Pur tempra il duol ne’ generosi figli,
vivi essempi del padre, onde confida
schermo sicuro aver ne’ suoi perigli.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it