Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte prima
60
Addimanda perdono a Dio degli errori commessi.

   Eccomi, re del cielo, ingombro e carco
di mille errori e d’ogni grazia scemo,
giunto al passo terribile e supremo,
che varcar debbo, e non so come il varco.
   Porto su l’alma antico e grave incarco
di colpe, sotto cui vacillo e tremo;
mentre agli error egual la pena io temo,
né cosa ho che mi vaglia in mio discarco;
   perché mi desti la ragione e ’l lume
ond’io seguissi il buon sentiero, et io
ho seguito de’ sensi empio costume.
   Pur non aver riguardo al fallir mio,
di pietade oceano, anzi che fiume,
mio Creator, mio Redentor, mio Dio.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it