Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte prima
55
Loda l’alma città di Roma.

   Superba valle, a cui fan bello il seno,
d’erbe in vece e di fior, porpore et ori;
valle, ch’alzi sublimi i tuoi tesori
sopra i gioghi d’Olimpo al ciel sereno;
   forman teatro nel tuo grembo ameno
vittoriose palme e sacri allori,
che di plettri e di trombe e di pastori,
che fanno scorno a’ regi, intorno è pieno.
   Ma non aver però, cortese, a sdegno
s’io, di pelle coperto e d’edra cinto,
con rustica sampogna a te ne vegno.
   Fra nomi illustri accogli anco GIACINTO,
nome de’ fiori, a cui sacrai l’ingegno,
e che porto ne l’anima dipinto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it