Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte prima
53
Esorta la donna sua a far voti, per esser, mercé di Dio, libera da morte.

   Le scolorite guance omai rischiari
la bella donna, e lieta il passo stenda
al tempio santo, ov’altri i lumi accenda
e gli incensi odorati altri prepari;
   sì che fra raggi e fumi arabi e cari
d’argento il voto a gran colonna appenda,
e grazie a Dio di sua salute renda,
china divotamente a’ sacri altari;
   poiché la morte rapida le corse
tanto vicina a ’l cor col piè di gelo,
che fu la sua con l’altrui vita in forse.
   Ma quando uscir temea dal suo bel velo
l’anima sospirando, a lei soccorse
l’infinità bontà del re del cielo.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it