Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte prima
49
L’affanno amoroso, che credeva spento in lui, ringiovenisce.

   Quand’io, dopo il girar del decimo anno,
non poca speme avea che fosse spento
o per tempo o per loco, ecco ch’io sento
ringiovenirsi il mio canuto affanno.
   Sempre piaghe più cupe al cor mi fanno
l’armi d’Amore, a la mia morte intento;
crebbe sempre con gli anni il mio tormento,
queste onde false, ove egli nacque, il sanno.
   Per età non si scema, anzi s’avanza
vera fiamma amorosa, onde sia pieno,
per onesta bellezza, un cor non vile;
   né la rende minor la lontananza;
che ben accesa face arde non meno,
benché porti lontano altri il focile.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it