Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte prima
46
Lontananza d’amanti.

   Dagli occhi miei la cara donna è lunge,
ma ne la mente mi sta bella e viva;
ch’ove la vista inferma non arriva,
più veloce del sol l’anima giunge.
   Dal vago oggetto indarno mi disgiunge
giogo d’Alpe nevoso e strana riva;
ch’a lei, di cui fortuna empia mi priva,
amoroso pensier mi ricongiunge.
   E se langue lontan dal dolce viso
sconsolato lo sguardo, allegro il core
vien meco, et è da quel sempre indiviso.
   Così destina in questo breve errore
l’inferno a’ sensi, a l’alma il paradiso
ne l’opre sue miracolose Amore.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it