Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte prima
41
Lo splendor della sua donna maggiore si dimostra di quel del sole e del giorno.

   Quando fra stelle e faci, in lunga schiera
sopra i notturni orrori accese e sparse,
candida donna in verde carro apparse,
stella e face d’Amor lucente e vera,
   vidi a la vista de’ begli occhi altera
ogni lume minor ratto offuscarse,
e di faville e d’oro intorno ornarse
la terra e l’aria, e ’l ciel di sfera in sfera.
   Rise la Notte, e disse: — E qual novella
chiarezza l’ombre mie pinge e colora,
vinta dal cui splendor fugge ogni stella?
   Or sen venga co ’l Sole e con l’Aurora
meco il giorno a tenzon, mentre sì bella
luce il mio fosco inamorando indora.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it