Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte prima
26
Loda Roma, genitrice di molti eroi, et in particolare dell’illustre famiglia Farnese.

   Apriche valli e poggi amati e cari,
onde trassero e nome e sangue insieme
tanti famosi eroi, di cui non preme
fosca nube di tempo i fatti chiari,
   se concesso mi fia da’ fati avari
ch’io tra voi viva e giunga a l’ore estreme,
forse ne le mie rime ancora ho speme
far che le vostre lodi il mondo impari;
   e se, tutto di Febo ingombro il seno,
non potrò dir le tante imprese e tante,
onde i FARNESI l’universo han pieno,
   il gran valor di MARIO e di FERRANTE
pingendo andrò ne le mie carte almeno,
quasi in picciola gemma ampio gigante.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it