Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte prima
21
Nel medesimo suggetto.

   S tempestoso locen profondo
di questa vita misera chio varco,
e di s grave colpe il legno carco
mha con lusinghe allettatrici il mondo,
   che temo assai che gir no l faccia al fondo
degli affetti terreni il grave incarco;
onde di quella salma oggi lo scarco,
chutil parea, ma fu dannoso pondo.
   Dai legami dAmor lanima scioglio,
e l bel viso e le luci amate e care,
che l mio tesoro fr, dal cor mi toglio.
   Cos nocchier vedendo irato il mare,
per sottrarsi dei flutti al fero orgoglio,
sparge le ricche merci a londe avare.

6: dagli > degli.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it