Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte prima
19
Dalle parole dell’amata dice essere in lui riacceso l’incendio amoroso.

   Magica rete di lascivi inganni
ne la prigion di basso amore involto
mi tenne un tempo, e in tal error sepolto,
ch’a ragion forse avvien ch’altri mi dànni.
   Or che da l’altrui frodi e dai miei danni
chi dolcemente mi richiama ascolto,
questa mente e quest’alma a soffrir vòlto
per altissimo amor nobili affanni.
   Come solea la bella fiamma mia,
che da falsa vaghezza fu sopita,
de’ vostri detti a l’aura il cor m’accende;
   così foco, cui cenere copria,
tosto che l’aure il mantice v’incita,
si fa palese, e chiaro arde e risplende.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it