Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte prima
4
Risponde bella donna a molti amanti che la salutano.

   La fronte d’alabastro e l’aurea testa
chinò Madonna a lunga schiera amante,
movendo il piè, quasi gran stella errante
in notturno seren, lucida e presta.
   Tanto bella m’apparve e tanto onesta,
che restai di stupor tutto tremante;
e se cosa ha la terra a Dio sembiante,
dissi fra me, senza alcun dubbio è questa.
   E se ben trapassò come baleno,
da’ begli occhi mi sparse in un momento
mille dolcezze e mille raggi al seno.
   Ma fu magico inganno; e già pavento
che da quelle dolcezze esca il veleno,
come nascer da’ raggi il foco io sento.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it