Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Ongaro [1560 - ca1593]

Rime [1620]
Parte prima
3
Vede una sposa il ritratto del suo sposo, e se ne invaghisce.

   Mira la bella sposa il suo fedele
vagamente dipinto, e veri ardori
tragge da finto oggetto. Ahi, come i cori
tiranneggi a tua voglia, Amor crudele.
   Ma se spirano incendio anco le tele,
et han forza di foco ombre e colori,
che farà quando vivi i suoi splendori
a le cupide luci egli rivele?
   Temeraria la man che lo dipinse;
non s’alzò pari al vero e non saria
giunto con suo pennel tant’alto Apelle.
   Uno di mille raggi a pena finse:
mancò l’arte al soggetto. E chi potria
tutto ritrarre il ciel carco di stelle?




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it