Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Bartolomeo Dotti [1651 - 1713]

Da “Delle rime: i sonetti” [1689]
III
[Amantium irae.]

   Oh Dio, che dolci guerre ed aspre paci
ebbi con Filli! E l’una e l’altro sordo
già da le strida, in qualche bacio ingordo
punto facean le nostre lingue audaci.
   Pareano i labri, al disfidar mordaci,
replicarsi tra lor: — Tu mordi, io mordo; —
ma stanchi poi con volontario accordo,
ai morsi patteggiatr pausa di baci.
   Armati risorgean d’ire moleste,
ma succedean fra lor, giunti a le strette,
segni di pace a le minacce infeste.
   Così ’l mar, così ’l ciel talor permette
le perle scintillar fra le tempeste,
le gioie sfavillar fra le saette.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it