Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Bartolomeo Dotti [1651 - 1713]

Da “Delle rime: i sonetti” [1689]
VI
Amante che si confessa, veduto dalla sua donna.

   Padre, non so gli errori miei; ben salli
colei che qui mi vibra i guardi altieri;
numera tu, se vuoi saperli intiei,
ne le bellezze sue tutti i miei falli.
   Al diadema del crin giurai vassalli
sotto fede amorosa i miei pensieri,
e quei del latteo sen bianchi sentieri
mi deviâro dai celesti calli.
   Per questa dea già trascurai gli Dei;
or detesto pentito, a’ piedi tuoi,
di deità sì rea culti sì rei.
   Ma la pena ritien, che impor mi vuoi:
poiché, se i vezzi suoi fûr gli error miei,
son mia gran penitenza i rigor suoi.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it