Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Tommaso Gaudiosi [? - XVII sec.]

Da “L'arpa poetica” [1671]
XVIII
Tormentato per non poter mirare la sua donna.

   Guardan la donna mia con occhi cento,
disturbator delle delizie mie,
due furie amanti, due gelose arpie,
ch’a lei recan timore, a me tormento.
   Se volgo un occhio a rimirarla intento
mi son cent’occhi osservatori e spie;
se vo’ parlarle, alle custodie rie
ogni picciola nota accusa il vento.
   Disperata mia sorte! e qual poss’io
sperar mercé, se capitale è meco
una voce cortese, un guardo pio?
   Amor, soccorri: al tuo valor m’arreco.
Ma qual soccorso apporterammi, o Dio,
contra tanti occhi un difensor ch’è cieco?




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it