Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Tommaso Gaudiosi [? - XVII sec.]

Da “L'arpa poetica” [1671]
X
Preghiera a Dio.

   Signor de l’anno nubiloso e breve
de la mia vita instabile e volante,
ecco mi veggio omai la state avante,
e la bella stagion passata è lieve;
   e già l’avanzo, ch’al mio corso deve,
mentr’io ragiono, con alate piante
scorre il Tempo fugace, e poco stante
su la mia terra agghiaccerà la neve.
   Tu, sommo Sol, che sugli eterni giri,
moderando le cose, immoto splendi,
e ’l mio termine ignoto aperto miri,
   sovra me un raggio di tua luce stendi,
con la cui scorta a l’alta mèta aspiri;
e l’alma vaga al suo principio rendi.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it