Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Tommaso Gaudiosi [? - XVII sec.]

Da “L'arpa poetica” [1671]
IX
Cristo spirante.

   Sotto l’incarco degli strazi ed onte,
stanca cedea l’umanità smarrita;
quando, chinata il Redentor la fronte,
sovra l’arbor vital lasciò la vita.
   Ed ecco al suo spirar si scote il monte,
s’oscura il cielo, e da la terra uscita
schiera d’alme prigioni in Flegetonte
del morto Dio l’onnipotenza addita.
   Fu chi giurò per l’increato sole
ch’al forte punto, al portentoso istante,
cader dovea questa superba mole.
   Gloria del nostro Dio che, se spirante
fa meraviglie inusitate e sole,
che farà glorioso e trionfante?




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it