Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Tommaso Gaudiosi [? - XVII sec.]

Da “L'arpa poetica” [1671]
I
Quanto più si vive, più sembrano brevi i giorni.

   Un tempo, il dì, cui restringean poch’ore,
parea sì lungo a la tranquilla mente,
che l’ora non vedea che in occidente
tuffasse i raggi il luminar maggiore.
   Or che degli anni è già passato il fiore,
mi tramontano i soli a l’oriente;
veggo il tempo volar, l’orecchio sente
una voce ch’intona: — Ecco, si more. —
   Già già parmi l’altr’ier quando ero in culla;
or m’aspetta il ferètro, e ’n breve, ahi lasso,
sarò un mucchio di polve, e poscia un nulla.
   Perché terra siam noi. Pur terra è ’l sasso;
e se spingerlo in alto uom si trastulla,
più veloce ne vien quanto è più basso.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it