Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
Rime di messer Pietro Bembo in morte di messer Carlo suo fratello e di molte altre persone
CLX

   Era Madonna al cerchio di sua vita
trigesimo et ottavo, quando morte
la spogliò del bel velo, eletto in sorte
a vestir alma sì dal ciel gradita.
   Perché, crudeli Parche, ancora unita-
mente a trar me del mio non foste accorte?
Cosa non ho ch’altro che duol m’apporte;
col suo piè freddo ogni mia festa è gita.
   Qual alga in mar, che quinci e quindi l’onde
sospingan, vivo, o qual abete in cima
d’altissim’Alpe, a l’Austro, al Borea segno.
   Se quei pur vive, ch’assai lieto in prima,
perdé poi la sua guida e ’l suo sostegno,
e sempre chiama, e nessun mai risponde.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it