Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
Rime di messer Pietro Bembo in morte di messer Carlo suo fratello e di molte altre persone
CLVI

   Deh perché inanzi a me te ne sei gita,
se tanto dopo me fra noi venisti?
Od io non me n’andai, quando partisti,
teco? e tempo era ben d’uscir di vita.
   Porgimi almen or tu dal cielo aita,
ch’io chiuda questi dì sì neri e tristi,
mostrandomi la via, per cui salisti
al ben nato conciglio, alma e gradita.
   Mentre i duo poli e ’l lucido Orione
ti stai mirando, che tra lor si spazia,
più giù qui, dov’io piango, e me risguarda;
   e per Giesù, ch’al mondo oggi fe’ grazia
di sé nascendo, a trarmi di pregione
e guidar costà su non esser tarda.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it