Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
Rime di messer Pietro Bembo in morte di messer Carlo suo fratello e di molte altre persone
CLV

   Donna, che fosti oriental Fenice
tra l’altre donne, mentre il mondo t’ebbe,
e poi che d’abitar fra noi t’increbbe,
angel salisti al ciel novo e felice;
   l’alta beltà del nostro amor radice
col senno, ond’ei tanto si stese e crebbe,
vento fatal sì tosto non devrebbe
aver divelta, l’un penser mi dice,
   per cui d’amaro pianto il cor si bagna;
ma l’altro ad or ad or con tai parole
prova quetarmi: a che ti struggi, o cieco?
   non era degno di sì chiaro sole
occhio di mortal vista; or Dio l’ha seco,
dal cui voler uom pio non si scompagna.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it