Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
CXLI

   Casa, in cui le virtuti han chiaro albergo,
e pura fede e vera cortesia,
e lo stil, che d’Arpin sì dolce uscia,
risorge, e i dopo sorti lascia a tergo;
   s’io movo per lodarvi e carte vergo,
presontuoso il mio penser non sia:
ché mentre e’ viene a voi per tanta via,
nel vostro gran valor m’affino e tergo.
   E forse ancora un amoroso ingegno,
ciò leggendo, dirà: — Più felici alme
di queste il tempo lor certo non ebbe.
   Due città senza pari e belle et alme
le diêr al mondo, e Roma tenne e crebbe.
Qual può coppia sperar destin più degno?




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it