Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
CXXXIX

   Signor, poi che fortuna in adornarvi,
quant’ella possa, chiaramente ha mostro,
vogliate al poggio del valor col vostro
giovenetto pensero e studio alzarvi.
   Ratto ogni lingua, se ciò fia, lodarvi
udrete, e sacreravvi il secol nostro
tutto ’l suo puro e non caduco inchiostro,
per onorato e sempiterno farvi.
   Ambe le chiavi del celeste regno
volge l’avolo vostro, e Roma affrena
con la sua gran virtù, che ne ’l fe’ degno.
   La vita più gradita e più serena
ne dà virtute, caro del ciel pegno;
di vile e di turbato ogni altra è piena.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it