Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
CXXXI

   Varchi, le vostre pure carte e belle,
che vergate talor per onorarmi,
più che metalli di Mirone e marmi
di Fidia mi son care e stil d’Apelle.
   Ché se già non potranno e queste e quelle
mie prose, cura di molt’anni, o carmi,
nel tempo che verrà lontano farmi,
eterna fama spero aver con elle.
   Ma dove drizzan ora i caldi rai
de l’ardente dottrina e studio loro
i duo miglior, Vettorio e Ruscellai?
   Questi, e ’l vostro Ugolin, cui debbo assai,
mi salutate; o fortunato coro,
Fiorenza e tu, che nel bel cerchio l’hai.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it