Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
CXXVII

   Caro e sovran de l’età nostra onore,
donna d’ogni virtute intero essempio,
nel cui bel petto, come in sacro tempio,
arde la fiamma del pudico amore;
   se ’n ragionar del vostro alto valore
scemo i suoi pregi e ’l dever mio non empio,
scusimi quel ch’in lui scorgo e contempio,
novitate e miracol via maggiore,
   che da spiegarlo stile in versi o ’n rime;
se non quel un, col quale al signor vostro
spento tessete eterne lode e prime:
   rara pietà, con carte e con inchiostro
sepolcro far, che ’l tempo mai non lime,
la sua fedele al grande Avalo nostro.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it