Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
CI

   Ombre, in cui spesso il mio sol vibra e spiega
suoi raggi, e talor parla, e talor ride,
e dolcemente me da me divide,
e i vaghi e lievi spirti prende e lega;
   mentre venir tra voi non mi si niega,
non curo Amor se m’arde o se m’ancide,
ché ’n queste chiuse valli e sole e fide
ogni mia pena e morte ben s’impiega.
   Sento una voce fuor dei verdi rami
dir: — Sì leggiadra donna e sì gentile
esser non pò, che non gradisca et ami. —
   Onde ’l superno re, devoto, umìle
prego, non tosto in ciel la si richiami;
ch’io sarei cieco, e ’l mondo oscuro e vile.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it