Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Bembo [1470 - 1547]

Rime [1548]
C

   Sento l’odor da lunge e ’l fresco e l’ôra
dei verdi campi, ove colei soggiorna,
che co’ begli occhi suoi le selve adorna
di fronde, e con le piante l’erba infiora.
   Sorgi da l’onde avanti a l’usat’ora
dimane, o sole, e ratto a noi ritorna:
ch’io possa il sol che le mie notti aggiorna
veder più tosto, e tu medesmo ancora.
   Ché sai, tra quanto scaldi e quanto giri,
beltade e leggiadria sì nova e tanta,
perdonimi qualunque altra, non miri.
   E se qual alma quel bel velo amanta
ancor sapessi, e quanto alti desiri,
l’inchineresti, come cosa santa.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it